Archivio per la categoria ‘CONTATORI DELL’ACQUA

Stop aumento del deposito Stop allungamento contratto   Leave a comment

Venerdì 17 dic dall’assemblea dei sindaci :

Stop aumento del deposito Stop allungamento contratto, una vittoria dei cittadini.

Prato e i piccoli comuni in maggioranza, Firenze e Pistoia in minoranza, parlano anche i comitati che presidiano l’aula,


Il Presidio

le foto

Assemblea ATO3 Medio-Valdarno
Testo odg approvato – Anticipo Cauzionale Publiacqua SpA
Firenze ( 19 voti favorevoli – 5 contrari – 9 astenuti)

Le prime impressioni

la delibera

STOP al deposito cauzionale

Tariffe in aumento del 5% fino al 2014

Federconsumatori festeggia

Rimborsi cauzione, Federconsumatori contenta scrive una nota

mar 21 I movimenti presidiano il Consiglio regionale

L’altracittà

Il Corriere Fiorentino

ATO vivi fino al 31.12.2011 Posticipata al 1 gennaio 2012 la soppressione degli Ato, gli ambiti territoriali ottimali, per la gestione di acqua, rifiuti e altri servizi.

Italia Oggi

Presidio all’assemblea dei sindaci   Leave a comment

VENERDI’ 17 DICEMBRE 2010

PRESIDIO DEI COMITATI DI FI-PO-PT-AR ALL’ASSEMBLEA DEI SINDACI, NEL NOME DEL POPOLO DELL’ACQUA PUBBLICA

Contro l’aumento del deposito cauzionale,  sono state consegnate le firme dei cittadini per chiedere di togliere l’ingiusto aumento.

I sindaci hanno discusso, i piccoli comuni capeggiati da Prato in maggioranza e Firenze e Pistoia in minoranza.

E’ stato deciso di non allungare il contratto a Publiacqua dal 2021 al 2026

E’ stato deciso di restituire i depositi gia’ presi ai vecchi contratti e di lasciare l’aumento del deposito solo ai nuovi contratti

[QUI LE FOTO DEL PRESIDIO E DELL’ASSEMBLEA]


Venerdi’ 5 novembre 2010 h 21 al circolo Lo Stradone di Panicaglia si parla di acqua   Leave a comment

Venerdi’ 5 novembre 2010 alle ore 21 presso il circolo Lo Stradone di Panicaglia (BorgoS.Lorenzo) si parla di acqua.

Si terra’ un incontro promosso dalla lista civica libero mugello  con i Cittadini per esaminare il progetto di Publiacqua relativo al sistema fognario ronta –Panicaglia – Corniolo – Piazzano – la Gracchia – Mattagnano – depuratore di Rabatta. Ricaduta delle sanzioni sugli scarichi non a norma delle abitazioni (sanzioni da 600 a 3.000 € per le abitazioni isolate/sanzioni da 6.000 a 60.000 € per le abitazioni in centri abitati). Inserimento dell’acquedotto  nella realizzazione del sistema fognario. L’aumento della cauzione di Publiacqua a chi non ha la bolletta domiciliata in Banca.

Saranno presenti: Piera ballabio – capogruppo consiliare della lista civica libero mugello, avvocato marco rossi, architetto Giuseppe Rinaldi. geom. Paola Gori – responsabile ufficio ambiente del comune di Borgo San Lorenzo.

VEDI LA MAPPA INGRANDITA

Publiacqua vuole restituire i soldi? hahahahahahaha   Leave a comment

Erasmo d’Angelis (presidente Publiacqua) dichiara al tg3 : “abbiamo in cassa 19 milioni di euro più 2 milioni di interessi che vogliamo restituire agli utenti”.  Ha ha ha ha ha ha ha, ci scappa da ridere.

Precisiamo : verranno restituite solo 65 euro a chi domicilia la bolletta in banca, 65 euro è la cifra della vecchia cauzione, ora c’è da aggiungere l’adeguamento di circa 50 euro in più.

Risultato : chi non puo’ domiciliare si ritrovera’ con 115 euro circa di cauzione.

Cara Publiacqua visto che vuoi tanto restituire i soldi ai cittadini….. perchè non cominci a restituire le quote per le fognature prese illecitamente a molti cittadini ? Visto che IL  Co.Vi.Ri. TI  HA ORDINATO DI RESTITUIRE 6,5 MILIONI DI EURO PRESI ILLECITAMENTE.

Perchè non restituisci anche tutta la cauzione a chi domicilia la bolletta come ti ha chiesto di fare l’ATO3 ?

Il comunicato di Libero Mugello

PUBLIACQUA  DECIDE GLI AUMENTI DELLE CAUZIONI
IL “MOSTRO”  DISUBBIDISCE AL SUO CREATORE 

Ormai è chiaro: Publiacqua sta facendo gli interessi dei soci privati. L’obiettivo è quello di fare cassa e non quello di difendere gli interessi dei cittadini-utenti.

Relativamente ai depositi cauzionali versati dagli utenti del servizio idrico integrato, fin dal 2007 Publiacqua ha richiesto all’Autorità di Ambito (cioè ai sindaci) una revisione dei criteri di calcolo visto l’elevato livello di morosità che caratterizza la propria utenza (ma soprattutto – noi  riteniamo –  per annullare gli effetti della sentenza della Corte Costituzionale che hanno obbligato Publiacqua a non far pagare la depurazione a chi non è collegato ad un depuratore!!!)[il comunicato continua]

Pubblinganno – Pubblicita’ ingannevole   Leave a comment

Pubblinganno – Pubblicita’ ingannevole

Publiacqua esce con la pubblicità che vedete nella locandina qui a fianco, lo fa su giornali (una pagina intera sul Reporter edizione di Borgo S.Lorenzo, che guarda caso arriva in tutte le case col notiziario del comune) riviste, siti web, radio. Lo slogan che appare “Publiacqua vi restituisce i soldi” ci appare ingannevole in quanto non viene detto che se un’utente non domicilia la bolletta si ritroverà a pagare l’adeguamento della cauzione (un’aumento di 50 euro circa). Sig.ri amministratori ci dite come faranno gli anziani che non hanno un conto corrente? Ci dite come faranno i condomini che non hanno un conto corrente comune? Questa è la prova che Publiacqua spa risponde ai soci privati (in minoranza), che vogliono massimizzare i profitti, piuttosto che ai soci pubblici e ai Comuni, che dovrebbero rappresentare gli interessi della cittadinanza.
L’ATO3 (l’Autorità Territoriale di ambito composta dai Comuni) questo aumento non lo vedeva di buon occhio, l’aveva stigmatizzato chiedendo a Publiacqua misure di mitigazione ed un congruo periodo di rodaggio utile a restituire agli utenti l’intera cifra depositata al momento dell’accensione del contratto. Auspicava inoltre un confronto con la stessa Publiacqua per ridurre gli effetti sull’utenza, soprattutto nelle classi sociali più deboli, a causa della crisi economica.

PUBLIACQUA CHIEDE ANCORA PIU’ SOLDI AI CITTADINI IN BOLLETTA   Leave a comment

PUBLIACQUA CHIEDE ANCORA PIU’ SOLDI AI CITTADINI IN BOLLETTA

Ecco un iniquo balzello tra 43 e 88 Euro medi (adeguamento della cauzione) che era già di 65€, quindi si arriva a 110-150 € di cauzione …. ma……

si diverte a prenderci in giro…. “Se pagate domiciliando le bollette in banca o alla posta con bonifico autorizzato dalla vostra banca …. restituiremo una media di 65 euro a utenza e vi faremo risparmiare soldi, cosa che puo’ fare comodo visti i tempi di crisi” .
E chi non ce la fa? Non ci sono problemi…. c’è la rateizzazione!
Lo ha dichiarato Erasmo d’Angelis, presidente Publiacqua davanti alle telecamere del TG3.

Se non ricordiamo male, Publiacqua doveva restituire i soldi per la depurazione … così prima se li fa dare e poi li restituisce ?
Fra l’altro non è ben chiaro se l’Ato abbia dato l’ok o meno all’operazione in quanto c’è stato un rimpallo di responsabilita’.

Non se ne puo’ piu’,

Giovedi 14 ci sara’ un presidio di protesta davanti al teatro Saschall (ex Teatro Tenda) per protestare contro Publiacqua,

L’amministratore delegato  ha convocato tutti i lavoratori dell’azienda per un incontro chiarificatore (organizzato con i nostri soldi), visto che da tempo c’è una vertenza in atto che vede azienda contro lavoratori. Publiacqua sta portando avanti gravi inadempienze per quanto riguarda il rispetto dei contratti di lavoro e sulle norme di sicurezza del lavoro, per non parlare degli stipendi (bassi) e le montagne di straordinario e di ore di reperibilita’ a cui costringe gli operai.

Giovedi’ 14 ottobre
dalle 13.30 alle 16 Presidio alla riunione di Publiacqua presso Teatro Saschall PAGATA COI NOSTRI SOLDI.

CHI PUO’ ADERISCA E’ URGENTE E IMPORTANTE 

http://www.gonews.it/articolo_65667_Publiacqua-Domiciliando-bollette-banca-alla-posta-restituiremo-media-euro-utenza.html

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: